25^ VALENCIA MARATHON

                                                         

 

36° Trinidad Alfonso Valencia  EDP Marathon – Valencia  20 novembre  2016

 

“ Carlos Marathon “

 

Arrivati : 20.865

 

Risultati e classifiche Maratona :                                                                            

 

pos Cognome Nome Real time pronostico note Gap

prev/real time

1 Melegari Carlo  3.07.33   

3.30.00

Record personale -23’
2 Infante Giuseppe 3.13.14  

3.20.00

Record personale -13’
3 Rizzo Cascio Lorenzo  3.14.02  

n.p.

   
4 Gioia Damiano  3.17.01   

2.59.00

  +17’
5 Pasquale Tamburro 3.21.16  

3.15.00

Record personale +6
6 Di Liberto Stefano 3.25.33  

3.20.00

  +5
7 Zingarelli Felice 3.26.35  

3.25.00

Record personale +1
8 Cavenaghi Giuseppe 3.28.00   

3.20.00

  +8
9 Leo Silvestro  3.32.06  

3.40.00

  -8
10 Di Marino Gianluca 3.33.41  

3.18.00

  +15
11 Gramegna Eligio  3.35.17   

3.33.00

  -2
12 Calabrese Chrstian 3.36.34 n.p.    
13 Assenza Roberto 3.44.19 n.p.    
14 Vecchio Mimmo 3.58.06  

3.33.00

  +25’
15 Fattori Luca 3.59.58  

4.00.00

Record personale Perfetto

bingo

16 Spagnolo Maria Antonietta 4.05.06  

3.58.00

  +7
17 Tordonato Clemente  4.23.24  

3.59.00

  +36
18 Conterio Loris  4.37.24  

4.15.00

  +22

 

*** scommessa a carico di Clemente cannato pronostico di 36’ paga da bere alla cena

 

 

 

Info generali :

 

Hotel : Primus (tutto un programma) Spa bella ma chiusa , Prandelli e squadra del Valencia in ritiro dentro l’Hotel.

Partenza corsa : 8.30 per onde e tempi dichiarati perfetta (Infante fa il furbo e avanza , Tamburro retrocesso per anomalia ).

Premio : medaglia, maglietta blue Brooks con la V di visitors , 1 asciugamano per bidè.

 

 

Pacco Gara : non comprare frutta e dolci per 1 settimana . I dolci dopo l’arrivo sono ottimi il giorno dopo un pò meno.

Ritrovo dopo la corsa : padiglione stand birra – non si è visto nessuno tranne la moglie di Infante che è l’unica che ci aveva preso sul serio per gli appuntamenti post – gara  maratoneti , evidentemente non ci conosce ancora bene.

 

 

Commento gita :

Quando si gira in pochi non si capisce molto , figuratevi in 20 . Tutto però è stato perfetto e ben organizzato daIlenia che ringrazio, perché la partenza era vicino al nostro albergo con accanto centri commerciali , ristoranti , la partenza della maratona , l’expo ed i cessi favorevoli a Zinga. Valencia ne vale la pena e la consiglierei nuovamente a tutti anche a quelli che non hanno visto molto perché arrivati di sabato.

 

Commento Corsa Topo Runners

Vorrei dedicare parte del commento ad un vero amico , un vero maratoneta ed il vincitore della corsa ,

                                                                                  Carlo Melegari con record personale

I presupposti del successo li aveva preparati alla perfezione e senza dare nell’occhio in questi mesi, facendo attirare l’attenzione tutta su Gioia.

Arrivato in Spagna è subito in gara ,  liquida in fretta la moglie che dopo 12 secondi dell’atterraggio gli chiedeva già a che ora rientrava . In precedenza aveva fatto fuori , il compagno di camera portandogli sfiga . Dorme da solo per preparare meglio la gara e attende senza pronunciarsi l’evento.

Versa il vino al Ristorante al Pres battezzando polo e calzoni nuovi di pacca e facendolo innervosire.

Mangia 2 kg di carne tra venerdì e sabato (manzo, maiale e cavallo) e non beve alcolici . Gode quando Gioia arriva tardi in albergo pensando che arriverà stravolto alla gara e dice che Infante è solo un fuoco di paglia che si brucia in un anno solare.

Domenica c’è solo lui , dietro al palloncino delle 3.15 per 10 km poi arriva fresco volando sull’acqua, fa il record salutando tutti  in cartolina e nel post gara paga una ottima bottiglia di vino pregiato spagnolo in un ristorante italiano.

Bravo Carlo , sei il campione del 2016 ,ti meriti il podio quest’anno e sono convinto che tutti sono contenti quanto lo sono io per questo Tuo successo . Adesso hai scritto anche Tu un pezzo della ns. storia e consola Gioa che è ancora a Valencia con il camper perchè non trova la strada del rientro.

 

Secondo è Giuseppe Infante . Da venerdì sfinisce tutti parlando con 6.500 italiani presenti a Valencia . Pare che conosca tutti tra romagnoli, urban runner , catalani trasferiti , podisti calabresi e liguri. Cambia idea sul pronostico 20 volte e rompe le palle costantemente alla moglie e alla sua amica ( peggio del ginecologo ) perché incinta . Poi per un appuntamento  la fa camminare per 12 km. Sfinisce l’amico Zingarelli che ne ha piene le palle di stare in camera con lui perché gli rovina i polmoni tra fumo e scurenge.

Dimenticavo…. Se siete in giro da soli in qualche città chiamate Beppe così trova qualcuno da invitare a tavola con voi perché tra pranzi e cene abbiamo visto facce nuove che mangiavano al nostro tavolo e dividevano il conto ma non sapevamo chi erano .

La gara del Beppe (lo sapevamo) è ad ottimi livelli conquista con merito il secondo posto ed il suo record . E’ il primo dei maratoneti per il numero di maratone corse in un anno (16) bravo Giuseppe sarai il ns. futuro e puoi sostituire Gioia.

 

Terzo è Lorenzo , lo conosciamo poco e per questo gli giriamo i complimenti di tutti . E’ amico di Carlo ed è stato preso per fargli da gazzella con la moglie ritirata per tattica al 15 km . Solo noi non avevamo capito cosa tramavano.

 

Quarto è il Damiano . tutti tifavamo per lui ma la pressione è stata troppa e ha toppato la corsa. L’ho visto solo dietro il “pace” delle 3 h , zona stadio  e gli ho urlato con forza , Damiano vai …….

Bravo comunque ma la corsa la dovevi fare su Carlo era lui il vero pericolo non Beppe Infante .

 

Quinto è Pasquale anche lui da record. Incasina l’agenzia con il tempo di Reggio Emilia , parte per ultimo nella griglia bianca e risale la china da campione . Si è preparato bene voleva, il record e sognava di dormire accanto all’amico che la scoperto Mimmo. Non paga il conto dell’acqua in albergo e ne viene fuori una questione di stato con l’Hotel per fortuna risolto l’incidente diplomatico.

 

Per Stefano la corsa finisce al 32 km (con una proiezione finale di 3.18) . Vede Cavenaghi fermo e gode , poi Di Marino al palo e rigode pur avendo i crampi lancinanti al polpaccio. Dopo che assiti alla disfatta dei tuoi diretti rivali che senso ha continuare ? Cavenaghi per  amicizia lo assiste dal massaggiatore che gli propina uno spray trovato al momento , poi non lo aspetta e da vero bastardo lo supera gli ultimi 5 km.

 

Sesto è Zinga con record personale . Il folletto di Rho in formato Zinga c’è al suo arrivo a Valencia mobilita la locale azienda di spurghi costringendoli al lavoro straordinario andando 24 volte al cesso venerdì , 12 sabato e 5 domenica. La forma era proporzionale al panino acquistato in spiaggia e mangiato in 74 minuti.

Timbra il personal –best ed è Felice di nome e di fatto ed è un valido amico di compagnia.

 

 

Commento Corsa ex Top Runners

 

Sono rientrato a casa e mi veniva da piangere . Mia moglie mi ha chiesto perché ? Gli ho detto che mi dispiace tanto vedere due amici come il Cave e Di Marino conciati così perché soffro tanto per loro e spero che ritornino a correre un giorno. Di fatto e molto sportivamente lo hanno ammesso che quest’anno è stato di transito e si rifaranno presto. Sempre piacevole la loro compagnia . Il mio compagno di camera Cave alla soglia dei 55 anni combatterà ancora anche nel 2017, speriamo, lo aspetto.

In mezzo si classifica Leo Silvestro Avis Gaggiano che per solidarietà fa il medesimo tempo di Gianluca così per non offenderlo visto che erano in camera insieme.

Eligio arriva da solo nel tempo prefissato . Un pò dispiaciuto per non essere riuscito a portare con se Mimmo e Clemente . Christian aveva dichiarato un problema alla tibia che evidentemente lo ha frenato ma non abbiamo dubbi sulle sue capacità dopo Abbiategrasso. L’altro problema penso che sia dovuto alla guida di Gioia a Valencia che l’ha fortemente scosso.

Bravo Roberto , abbiamo appreso il tuo tempo , nel caos non ci siamo visti perché eri con la famiglia complimenti per la tua prima esperienza all’estero.

Mimmo non stava bene fisicamente ma siamo tutti contenti che abbia corso la sua Maratona dopo Torino 2014 . Ti sei preparato con Eligio con molta costanza e serietà e meritavi molto di più . Solo questione di tempo poi arriva il risultato e le soddisfazioni non solo sulla maratona. Bella la performance con la maratoneta slovena (2.47 ) che se lo cattura all’aereoporto . Se lo vediamo a Lubyana correre capiamo il perché.

Luca ha centrato il suo pronostico . Questo significa che aveva ben chiaro cosa fare. Infatti ha timbrato il record personale ed è stato sotto le 4 h corsa da manuale  , perfetto continua così !

Tutte le volte che andavamo nelle camere sull’ascensore incontravamo la Maria Antonietta . Secondo me l’ascensore trasparente le dava emozione e continuava a fare su è giù . Abbiamo rischiato di perderla a Valencia by night ma è stata recuperata e riportata in albergo per fortuna. Sulla corsa niente da dire molto brava e regolare.

 

Clemente si è preparato alla Maratona con una tabella che probabilmente non è stata efficace. Quando si mette ottiene ottime risultati e da lui ci aspettiamo molto e una veloce risalita. Mangia in continuazione e prende gel scaduti sul percorso e poi sbocca peggiorando il suo stato di forma. Bisogna rivedere questa situazione al più presto.

 

Loris finalmente supera le sfortune , corre e finisce la sua terza maratona. Per lui non conta il tempo giustamente ma solo la medaglia che fiero porta al collo.

 

Da ultimo Angela Infante tritura il record di Berardi alla cena di Barcellona 2009 dove aveva mangiato una bistecca in 68 minuti. Per un piatto di tagliatelle Angela si impone in 74 minuti mentre noi pagavamo già il conto.

 

 

f.to Maratoneti Gaggiano

PDF24    Invia l'articolo in formato PDF